Hai domande o suggerimenti? Scrivici
Login  -  
back

Condizioni generali di trasporto

ART.1 – Condizioni generali di trasporto: Il Mittente accetta integralmente a tutti gli effetti le condizioni generali di trasporto di seguito specificate che riproducono gli impegni e gli obblighi delle parti. Per tutto quanto qui non disposto si intendono valide le Condizioni Generali per i servizi di trasporto merci collettame depositate presso tutte le CCIAA nazionali il 7.01.97. Qualunque patto aggiuntivo o modificativo delle clausole sotto indicate dovrà risultare da atto scritto e firmato da ambedue le parti.

ART. 2 – Ambito di applicazione: Le presenti condizioni generali di trasporto si applicano a tutti i rapporti contrattuali relativi al conferimento alla società Poolservice srl, con sede in Fiesso d’Artico VE Q.re dell’Industria 1^ strada 17 iscritta all’albo nazionale degli Autotrasportatori di cose per conto terzi al Nr. VE/2253860/Y/00, di incarichi di trasporto merci da effettuarsi nell’ambito del territorio nazionale ed internazionale secondo la tipologia e le quantità previste nei documenti di trasporto. Ai fini del presente contratto e condizioni generali di trasporto: A) Per vettore si intende l’impresa di autotrasporto di merci per conto terzi; B) Per committente si intende colui che conferisce l’incarico e dispone la consegna delle merci al vettore; C) Per destinatario si intende colui che riceve la merce; D) Per Spedizione si intende il quantitativo di merce relativo ad un singolo documento di trasporto od eventuale documento sostitutivo.

ART. 3 – Perfezionamento del contratto: il presente contratto si perfeziona con la restituzione, alla società Poolservice srl, delle presenti condizioni generali di trasporto e dell’allegato tariffario firmati per accettazione; lo stesso potrà essere sciolto in qualsiasi momento, mediante recesso da comunicarsi a mezzo di lettera raccomandata A/R con almeno 30 gg. di preavviso.

ART. 4 – Tariffe e condizioni di pagamento: Ai rapporti indicati nell’art. 2, regolati da libera pattuizione tra le parti, si applicheranno le tariffe e le condizioni di pagamento indicate nel tariffario di cui all’articolo precedente, oppure le tariffe che verranno concordate di volta in volta nella conferma d’ordine di trasporto. Se le condizioni di pagamento non sono espressamente concordate o salva diversa pattuizione scritta tra le parti, il temine di pagamento è fissato in trenta giorni dalla data di emissione della fattura da parte del vettore. I termini temporali della validità delle tariffe sono indicati, in prima pagina, alla voce “Tariffa valida dal / al”, tuttavia, in caso di prosecuzione del servizio oltre la data di scadenza, le clausole del contratto conservano la loro validità e cessano di avere efficacia solo in caso di recesso con il preavviso di cui sopra.

ART. 5 – Modalità ed esecuzione dell’incarico – Termini di resa: Gli incarichi trasmessi verbalmente o telefonicamente al vettore devono essere confermati per iscritto dal committente attraverso ordine di trasporto scritto inviato a mezzo fax e/o e-mail. Al committente verrà restituita conferma d’ordine di trasporto riportante tutte le condizioni contrattuali pattuite: in particolare gli incarichi accessori al semplice trasporto o eventuali termini di consegna tassativi, devono risultare compatibili con l'osservanza delle norme in tema di limiti di velocità e di tempi di guida e di riposo e dovranno essere messi per iscritto e accettati dal vettore. I termini tassativi in ogni caso, sono sospesi nei giorni di sabato e domenica, nei giorni festivi infrasettimanali, nei giorni in cui è vietata la circolazione, per cause di forza maggiore. Eventuali provate inadempienze potranno dare diritto al rimborso delle sole spese di trasporto della singola spedizione relativa, con esclusione di qualsiasi voce di danno diretto ed indiretto.

ART. 6 – Merci pericolose (ADR): Il trasporto di merce in ADR verranno accettati di volta in volta dal vettore secondo la disponibilità dei mezzi propri e dei suoi subvettori abilitati al trasporto di merci in ADR. Nel caso in cui il vettore avesse a sopportare un danno ed un conseguente pregiudizio patrimoniale, di qualunque natura, a causa della inesattezza delle indicazioni fornite e delle dichiarazioni fatte dal committente in ordine alla esatta natura delle merci ai sensi dell'art. 1683 c.c., questi sarà tenuto a tenere indenne e manlevare il vettore dell'eventuale relativo pregiudizio patrimoniale da quest'ultimo subito.

ART. 7 – Imballaggio: Il Committente deve provvedere a sua cura all’imballaggio delle merci in modo da garantire un regolare espletamento delle operazioni di carico, scarico, movimentazione, nonché garantire una idonea prevenzione della perdita o avaria della merce, dei danni alle persone, alle cose ed al materiale di servizio. I danni che eventualmente derivassero all’automezzo ed al carico dall’imballaggio, inidoneo, graveranno sul committente. Il committente deve provvedere a che i colli siano accuratamente sigillati con sistema idoneo a prevenire l’apertura ed a rendere comunque riconoscibile il successivo riconfezionamento. In particolare non dovrà essere usato nastro adesivo neutro. I bancali, roll containers, gabbie ecc., forniti dal committente sono considerati a tutti gli effetti parte integrante dell’imballaggio delle merci e pertanto di esclusiva pertinenza del destinatario, a meno che non venga espressamente richiesta dal committente la restituzione in seno al documento di trasporto.

ART. 9 – Ritiri e Consegne: Il ritiro e/o la consegna della merce al domicilio preventivamente concordato si intendono effettuate sul pianale del camion al numero civico del committente o del destinatario o nel diverso luogo eventualmente indicato nell’ordine del committente. Il committente ed il destinatario devono provvedere alle operazioni di carico e scarico all’atto del ritiro e/o consegna al domicilio entro i tempi strettamente necessari all’effettuazione dell’operazione, avuto riguardo alla quantità ed alla natura delle merci; tali operazioni devono avere inizio appena l’automezzo è posto a loro disposizione. Le soste superiori alle due ore verranno quantificate separatamente. Eventuali disposizioni del committente di variazione del luogo di carico e scarico e/o annullamento del carico/scarico stesso saranno osservate dal Vettore solo se impartite per iscritto in tempo utile cioè almeno il giorno prima dell’operazione di carico/scarico e comunque solo se la modifica chiesta sia ancora attuabile. In caso di annullamento verrà applicata una penale pari all’80% della tariffa concordata.

ART. 10 – Giacenza: Si verifica per impedimento alla consegna a causa di rifiuto del destinatario, di destinatario sconosciuto o di destinatario irreperibile; al rientro della merce si procede all'apertura della “posizione di giacenza” e all'immediata comunicazione al committente. Trascorsi i giorni convenuti dalla comunicazione di giacenza al committente, senza che questi abbia fornito per iscritto precise istruzioni, si provvede alla restituzione della merce. Le spese di giacenza e di eventuale rientro verranno addebitate come da apposito listino in vigore.

ART. 11 – Responsabilità del Vettore – Limite Risarcitorio e Copertura Assicurativa: I trasporti per l'Italia vengono assunti a norma di legge, secondo gli art. 1693, 1694 e 1696 C.C., come modificato dall'art. 10 del D. Lgs. n. 286/2005, con conseguente previsione di un limite risarcitorio, in caso di perdita o avaria della merce trasportata, pari ad euro 1,00 (uno) per chilogrammo di peso lordo della merce perduta o avariata. Tale limite, per espressa e concorde volontà delle parti, si applicherà non solo alle ipotesi di perdita e avaria della merce, ma anche in tutti gli altri casi che investono direttamente o indirettamente la responsabilità del Vettore. I trasporti per l'estero si intendono regolati dalla Convenzione di Ginevra CMR (L. 1621/60 e successive modifiche), pertanto, verrà applicato il limite risarcitorio in essa previsto (Diritti Speciali di Prelievo x coefficiente 8,33 = risarcimento al kg di peso lordo di merce perduta o avariata), per perdita e avaria merce. In assenza di mandato assicurativo per copertura di tutti i rischi, in funzione o meno di assicurazione in proprio del committente, questi si impegna a garantire la non rivalsa sul Vettore per importi eccedenti il limite risarcitorio stabilito dal D.Lgs. n. 286/2005 e dal regime C.M.R. o Convenzione di Varsavia, a seconda delle legge applicabile. Sia per l'applicazione degli obblighi di legge sia in presenza di mandato assicurativo, il vettore è tenuto a considerare solo le riserve certe esposte nei documenti di trasporto. Si procede a Copertura Assicurativa contro tutti i rischi solo dietro specifico mandato conferito per iscritto.

ART. 12 – Subvettori: Nell’esecuzione del presente contratto il Vettore potrà utilizzare uno o più subvettori con i quali stipulerà appositi contratti in forma scritta. Il vettore dichiara, con riferimento all’operato dei suoi conducenti, di osservare i contratti collettivi ed individuali di lavoro, la normativa in materia previdenziale ed assistenziale e quella in materia di autotrasporto merci per conto di terzi. Il presente contratto per tutto quanto non espressamente previsto è disciplinato dalle disposizioni di legge applicabili ed in particolare da quelle di cui agli art. 1678 c.c. e segg., dalla legge 1 marzo 2005 n° 32 e dal D.Lgs. n° 286 del 21/11/2005

ART. 13 – Contrassegno: Il mandato di incasso del contrassegno deve essere conferito dal committente esclusivamente indicandolo sull’ordine del cliente e riportato sui documenti di trasporto (D.D.T.) in prossimità dei dati essenziali e necessari al vettore per la consegna delle merci (colli - peso), in modo chiaro e ben visibile con la parola CONTRASSEGNO, o C.O.D. per spedizioni dirette all'estero, seguita dall'importo in Euro (o valuta del paese di destino se extra CEE) , esposto in cifre e in lettere. L'inadempimento delle formalità succitate comporterà l'esonero del vettore dalle responsabilità relative al mancato incasso del contrassegno. Per espressa volontà delle parti, il vettore sarà esonerato da ogni responsabilità per eventuali irregolarità, falsificazione o scopertura di assegni di conto corrente o circolari, accettati conformemente alle istruzioni del mittente. Si accettano mandati di incasso per contrassegni fino a euro 12.499,00 (dodicimilaquattrocentonovantanove).

ART. 14 – Presunzione di fortuito: Ferme restando le regole di responsabilità del vettore di cui al precedente art. 11), le parti espressamente si dichiarano concordi nel riconoscere che l'evento rapina, che comporti la sottrazione totale o parziale delle merci, sia che avvenga nel corso del trasporto, sia che avvenga nella fase di deposito presso i magazzini del vettore o di terzi, comporterà l'esonero della responsabilità del vettore, dovendosi configurare quale ipotesi di caso fortuito e forza maggiore. Ai sensi dell’art. 1694 C.C. si presumono casi fortuiti o di forza maggiore a mero titolo esemplificativo e non esaustivo: A) la rapina; B) il saccheggio. C) gli scioperi; D) le serrate; F) le sommosse; G) gli atti di terrorismo; H) la pirateria; I) le calamità; L) le interruzioni della viabilità.

ART. 15 – Interessi di mora: Il ritardo nei pagamenti dovuti al Vettore per i servizi resi darà automaticamente luogo all’applicazione degli interessi di mora ex D.Lgs. del 9/10/2002 n° 231 dalla data di scadenza per il pagamento sino all’effettivo soddisfo.

ART. 16 – Privilegio – Diritto di ritenzione – Compensazione: Il Vettore ha privilegio su ogni bene trasportato per i crediti derivanti dal contratto di trasporto, da diritti doganali, da anticipi e/o da altri oneri di qualunque natura connessi al trasporto ed ha il diritto di trattenere e non consegnare i beni trasportati fino a quando tali crediti e oneri non sono stati pagati e/o rimborsati. Il Vettore, a copertura di tutti i suoi crediti, comunque dipendenti dall’esecuzione degli incarichi affidatigli, anche già eseguiti, relativi a prestazioni periodiche o continuative, può esercitare il diritto di ritenzione su quanto si trova nella sua detenzione, compresi i contrassegni incassati per conto del committente. Il cliente /committente autorizza sin d’ora la compensazione. ART. 17 – Trasporti Intermodali: Il trasporto sarà eseguito utilizzando diversi mezzi di trasporto (terrestre e marittimo). Il vettore non sarà responsabile per l’eventuale ritardo nella consegna della merce che sia conseguenza di circostanze al di là del suo controllo quali atti od omissioni addebitabili a dogane e compagnie di navigazione. Ciò comporterà l'esonero della responsabilità del vettore. ART. 18 – Foro Competente: Si indica quale Foro competente, per eventuali controversie che dovessero sorgere in ragione e conseguenza del presente contratto di trasporto, il Foro di Venezia.

NEWSLETTER

Vuoi conoscere in anteprima le nostre novità, ricevere tante notizie sul mondo della birra e scoprire le nostre promozioni speciali? Iscriviti alla nostra newsletter e riceverai tutte queste informazioni comodamente sulla tua mail! Clicca qui per iscriverti alla newsletter

Chiusura estiva negozi e e-commerce

Durante il periodo estivo anche il nostro e-commerce va in vacanza!

Potrai continuare ad acquistare le tue birre preferite comodamente da casa, tuttavia, gli ordini saranno evasi a partire dal 27 Agosto

I nostri negozi invece chiuderanno nei seguenti giorni: 

Leggi tutto

Connect with us

Seguici sui Social Media:


 

Benvenuto nel sito casa della birra

Per visitare il sito devi avere almeno 18 anni
Sei maggiorenne?